Chi siamo

«Amicus Socrates, sed magis amica veritas»

La Legge 8 marzo 2017, n. 24 “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie” stabilisce, all’art. 5, che gli esercenti le professioni sanitarie nell’esecuzione delle prestazioni sanitarie debbano attenersi, salve le specificità del caso concreto, alle raccomandazioni previste dalle linee guida (LG) elaborate da enti e istituzioni pubbliche e private, da società scientifiche e associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie iscritte in apposito elenco istituito e regolamentato con DM 2 agosto 2017, pubblicate dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) nel Sistema Nazionale Linee Guida (SNLG), previa verifica di conformità della metodologia adottata a standard internazionalmente riconosciuti e resi pubblici da parte dell’Istituto stesso, e della rilevanza delle evidenze scientifiche dichiarate a supporto delle raccomandazioni.

Nel nuovo contesto normativo, l’SNLG, istituito con DM 27 febbraio 2018, è gestito da un Comitato strategico coordinato dal Presidente dell’ISS.

L’SNLG costituisce l’unico punto di accesso per professionisti sanitari, manager, decisori, utenti e caregiver a un corpus di LG per la pratica clinica e la salute pubblica ordinato secondo criteri di rilevanza, non ridondanza e coerenza interna.

Al contempo, l’ISS, attraverso il Centro Nazionale per l’Eccellenza Clinica, la Qualità e la Sicurezza delle Cure (CNEC) funge da garante metodologico e indipendente per la valutazione di LG prodotte da terzi e per la produzione di LG di buona qualità, informate dalle migliori evidenze disponibili e rispondenti ai bisogni di salute del Paese sulla base di criteri di rilevanza e impatto clinico, economico e sociale.

A tale scopo, nel sito SNLG sono pubblicati i criteri di prioritizzazione delle tematiche di salute che dovrebbero essere oggetto di LG.

Inoltre, è presente la procedura adottata per la valutazione della qualità metodologica e dei contenuti delle LG proposte ed è disponibile il manuale metodologico ISS di riferimento per la produzione di LG.

Infine, vi è una sezione dedicata alle buone pratiche clinico-assistenziali relative ad aree per le quali non sono ancora disponibili LG, per fornire, laddove possibile, agli operatori di sanità e agli utenti dell’SNLG riferimenti affidabili per la pratica professionale, la salute pubblica o, in qualche caso, per scelte di politica sanitaria in senso lato.

Per il rapido mutare delle conoscenze e il ruolo sempre più attivo dei pazienti e dei cittadini nel partecipare alle scelte di salute, il sito SNLG si caratterizza per la possibilità di interazione con gli utenti registrati che potranno inviare suggerimenti e rilievi in una sezione dedicata di prossima pubblicazione.


Responsabilità scientifica 

  • Primiano Iannone (coordinatore), Direttore CNEC-ISS
  • Antonello Napoletano, CNEC-ISS
  • Daniela Coclite, CNEC-ISS

Redazione 

  • Antonello Napoletano (responsabile), CNEC-ISS
  • Daniela Coclite, CNEC-ISS
  • Alice Fauci, CNEC-ISS

Amministrazione 

  • Antonello Napoletano – CNEC-ISS

Contatti

Direzione CNEC

  • Primaino Iannone, Direttore CNEC-ISS

Segreteria scientifica CNEC

  • Daniela Coclite, Ricercatore CNEC-ISS
  • Daniela D’Angelo, Ricercatore CNEC-ISS
  • Alice Fauci, Ricercatore CNEC-ISS
  • Laura Iacorossi, Ricercatore CNEC-ISSS
  • Roberto Latina, Ricercatore CNEC-ISS
  • Antonello Napoletano, Ricercatore CNEC-ISS
  • Katia Salomone, Ricercatore CNEC-ISS

_______________________________

Tel.: +39 4990 4144-4135-4384


Segreteria tecnico-organizzativa

  • Alessandro Mazzola, CNEC/ISS
  • Alessia Medici, Collaboratore amministrativo CNEC/ISS

_______________________________

Tel.: +39 4990 6730-6720
PEC: cnec@pec.iss.it; e-mail: cnec-snlg@iss.it

Seguici su Twitter SNLG su Twitter

 


Dove siamo

Via Giano Della Bella , 34
00161  Roma

Visualizza la mappa in Google Maps

Avvertenze per l’uso del sito/Disclaimer

Le linee guida (LG), secondo la definizione dell’Institute of medicine statunitense (ora National academy of medicine) sono raccomandazioni di comportamento clinico intese a ottimizzare l’assistenza dei pazienti, informate da una revisione sistematica delle evidenze disponibili, che offrono un bilancio chiaro dei benefici e dei rischi fra opzioni alternative.[1]

A meno che non siano inserite direttamente in norme e leggi, protocolli o procedure operative, le raccomandazioni cliniche contenute nelle LG implicano delle scelte, le informano, ma, da sole, non le determinano e non sostituiscono il giudizio del professionista sanitario che valuta – con il destinatario, laddove possibile – la loro pertinenza e applicabilità. [2].

A causa dei tempi inevitabilmente lunghi necessari per la produzione delle LG esiste un problema considerevole relativo al loro stato di aggiornamento rispetto alle più recenti evidenze disponibili. Nonostante tutti gli sforzi del CNEC per mantenere costantemente aggiornato l’SNLG, le LG ivi contenute potrebbero, in qualche caso, non rispecchiare le più recenti evidenze disponibili al momento della consultazione. L’uso critico e consapevole delle LG richiede pertanto anche la verifica da parte dell’utente dell’allineamento rispetto alle evidenze ulteriori.

Per i suoi contenuti, il sito è dedicato ai professionisti della sanità e il suo utilizzo presuppone conoscenze approfondite in campo biomedico acquisite in ambito accademico o attraverso corsi professionali. Saranno disponibili specifiche sezioni dedicate a cittadini non in possesso di conoscenze professionali. In ogni caso, per la valutazione critica delle linee guida riportate raccomandiamo alcuni strumenti di quality assessment delle LG riportati in una sezione specifica del sito.

Avvertenze per la sezione “Buone pratiche clinico-assistenziali”. I documenti sulle buone pratiche, provenendo da fonti di alto valore scientifico ma non sempre nazionali, possono contenere raccomandazioni e consigli clinici non direttamente applicabili al contesto sanitario italiano e/o non compatibili con le disposizioni di legge, i regolamenti degli ordini professionali o i provvedimenti delle agenzie regolatorie italiane. Nonostante tutti gli sforzi che saranno compiuti per segnalare agli utenti del sito queste eventualità, potrebbero essere presenti inavvertitamente contenuti non trasferibili direttamente al contesto italiano. I lettori sono pertanto invitati a considerare attentamente questa eventualità e a controllare, appunto, l’applicabilità al contesto nazionale dei contenuti riportati.


[1] IOM (Institute of Medicine). 2011. Clinical Practice Guidelines We Can Trust. Washington, DC: The National Academies Press.

[2] https://www.nhmrc.gov.au/guidelines-publications/how-nhmrc-develops-its-guidelines